Davide Donatiello

Giuseppe, 23 anni, look impeccabile e griffato ovunque, spaccone e un po’ arrogante, passa le giornate a consumare i soldi di famiglia, è il figlio di un potente industriale.
La sua non è però un’arroganza fastidiosa, al contrario le sue battute riempiono di allegria le giornate dei suoi amici.

Anche se spesso è irriverente, riesce comunque a farsi volere bene perché è un ragazzo buono. Non frequenta l’università, non fa alcun lavoro. I suoi impegni giornalieri si dividono fra la scelta del locale giusto da frequentare, la Fashion Guide de L’Uomo Vogue e la scelta dell’automobile sportiva da abbinare allo stile che ha deciso di adottare.

Parte in vacanza con i suoi amici. In campeggio la sua attività principale è quella di rimorchiare, ma gli va sempre buca. Non ha il savoir faire giusto con le donne, è spesso troppo rude o irrimediabilmente troppo sbruffone.

Davide Donatiello è nato a Bari. Diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia, corso Recitazione, trai diversi lavori per il teatro, la radio e il cinema ricordiamo il film “Il passato è una terra straniera”, con la regia di Daniele Vicari.